Login   Tu sei in: tecnopolo

Servizi
Servizi

I Laboratori del Tecnopolo ENEA Bologna svolgono attività di ricerca industriale e di trasferimento tecnologico, classificabili, come da Allegato A “Requisiti per l’accreditamento istituzionale delle strutture di ricerca industriale e trasferimento tecnologico dell’Emilia-Romagna”, in:

  • Servizi personalizzati, che rappresenta l’attività prevalente della Struttura e comprende:
    • progetti di ricerca industriale e trasferimento tecnologico, che prevedono un attivo coinvolgimento di utenti esterni, con ricadute sul più ampio numero possibile di destinatari, compresi progetti realizzati all’interno di programmi regionali, nazionali ed europei, in partnership con altri centri di ricerca e di innovazione;
    • attività su commessa: progetti di ricerca industriale e trasferimento tecnologico pianificati e condotti per soddisfare specifiche esigenze di uno o più utenti esterni.
  • Servizi di informazione e promozione, che riguardano l’organizzazione di workshop e la diffusione di supporti informativi (es. newsletter tematiche), miranti a illustrare le potenzialità dei laboratori e a fornire aggiornamenti sulle sue attività, i suoi sviluppi, e approfondimenti tematici sulle tecnologie, ivi compresa la diffusione di contenuti tramite siti WEB dedicati (quota parte di attività non prevalente).
  • Servizi di formazione specialistica, che riguardano l’organizzazione di corsi e seminari rivolti a personale di utenti esterni, miranti a trasferire conoscenze su nuove tecnologie applicabili ai sistemi produttivi o a illustrare le potenzialità di nuovi ritrovati scaturiti dalle ricerche compiute dalla Struttura (quota parte di attività non prevalente).
  • Servizi a tariffario, che corrispondono a un elenco di prestazioni standard, descritte e tariffate a priori (quota parte di attività non prevalente).

Le tipologie di attività sopra descritte, che, spesso, si possono rintracciare anche all’interno di altre tipologie (per esempio attività di informazione e promozione o formative si rintracciano all’interno dell’attività prevalente dei Laboratori, quella progettuale) – se svolte come indipendenti-, sono esplicitamente individuate fin dalla loro iniziale definizione, documentate a seconda delle caratteristiche specifiche e registrate nei loro aspetti tecnico-scientifici ed amministrativi.

I documenti contrattuali e tecnico-scientifici sono conservati dai responsabili scientifici dell’attività; quelli amministrativi, per i relativi aspetti, sono archiviati presso l’amministrazione.

 

Criterio di ricerca predefinito: Tema Tracciabilita

2 Found




(Page top) (Zoom)
RENG
Denominazione Analisi isotopiche delle emanazioni aeriformi
Topic di ricerca 4.1 Analisi isotopiche emanazioni aeriformi
Servizi Analisi isotopica dei gas, in particolare della CO2 e dei gas nobili radioattivi, per determinare l’origine del combustibile e la quantificazione del rapporto tra frazione biobased e componente fossile nelle emanazioni aeriformi applicata al monitoraggio delle emissioni di termovalorizzatori, impianti nucleari (di potenza e medicali), nonché per il controllo delle attività nucleari illecite.

Le attività si articolano su due direttrici:
- Cattura della CO2 emessa da impianti di potenza e termovalorizzatori ed analisi di frazionamento isotopico 13C/12C e di Radiocarbonio per la determinazione dell’origine del combustibile e la quantificazione del rapporto tra frazione biobased e componente fossile.
- Cattura ed analisi di gas nobili radioattivi. In particolare verrà preso in considerazione il Radon per tutte le problematiche connesse all’emanazione di questo gas dai materiali da costruzione. Il Kripto e lo Xeno verranno invece usati come traccianti per analisi ambientali in grado di evidenziare anomalie negli impianti nucleari (sia medicali che di potenza) nonchè per il controllo delle attività nucleari illecite.

Con la linea di attività, il Laboratorio si caratterizza come risorsa a disposizione della PA, degli Organi di Controllo e delle imprese per fornire strumenti ad alta qualificazione scientifica per la valutazione della sicurezza ambientale.
id_ResearchUnit2 59

(Page top) (Zoom)
TRAPP
Denominazione Tracciabilità/rintracciabilità di prodotti e processi
Topic di ricerca 4.2 Rintracciabilita-tracciabilità prodotti e processi
Servizi Analisi isotopiche e radiometriche: la spettrometria di massa sugli isotopi pesanti per tracciare l’origine dei prodotti agroalimentari, quali vino, birra (luppolo), miele, latte, olio, riso, mitili, … ed identificare il trasferimento di tali isotopi fra suolo-pianta. La caratterizzazione isotopica permette anche di identificare eventuali inquinanti dovuti o a cause naturali (meteorologia) o antropiche (inquinamento o fertilizzanti) che possono compromettere la qualità dell’alimento.

In questa linea di ricerca, viene presa come riferimento la tecnica dei rapporti isotopici tra gli isotopi dello stronzio 87Sr/86Sr, che è applicata nella determinazione dell’origine dei vini, sviluppando le competenze, le tecniche analitiche e le procedure per l’applicazione a questa matrice e ad altri prodotti agro-alimentari (es.: formaggio) nei quali ne è possibile l’applicazione. Una volta definiti i protocolli e le procedure della tecnica dello stronzio si vuole testare la possibilità di utilizzo di altri isotopi (es.: rapporto tra gli isotopi del piombo 207Pb/206Pb) nelle diverse matrici. L'ulteriore obiettivo sarà utilizzare le tecniche isotopiche per l’identificazione delle frodi riguardante l’utilizzo di materie prime e processi diversi da quelli dichiarati. Ciò si traduce, nel caso delle aziende agroalimentari, nell’introduzione di una metodica innovativa basata sui rapporti fra isotopi stabili, in grado di individuare le zone geografiche d’origine dei prodotti alimentari, consentendo allo stesso tempo una semplificazione e una riduzione dei costi del sistema di rintracciabilità di filiera.

Con la linea di attività, il Laboratorio si caratterizza come risorsa a disposizione della PA, degli Organi di Controllo, delle imprese e dei consumatori per fornire strumenti ad alta qualificazione scientifica per la valutazione della sicurezza alimentare. Ciò per permettere la possibilità di rintracciare e di richiamare o ritirare dal mercato quei prodotti alimentari in grado di determinare rischi per la salute umana e animale.
id_ResearchUnit2 60

 

La rete regionale

 


Clusters

Piattaforme

POR FESR

logo rete

logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma
Piattaforma Agroalimentare

logo piattaforma
Piattaforma ENA

logo piattaforma
Piattaforma ICT e DESIGN


logo piattaforma
Piattaforma MECCANICA e MATERIALI


Condividi questa pagina con

LinkedIN share Facebook share condividi